Oggi Viraver crea un prodotto su misura che trova un oggettivo ostacolo solo dove la legge fisica vi si oppone

Il lavoro odierno di Viraver è legato a doppio filo alla sua esperienza ed alla lungimiranza di una famiglia che ha fortemente investito sulla propria azienda e sul proprio team, l’architrave di una struttura che sta lavorando per l’azienda di oggi e di domani. Per questo Viraver può vantare fra le sue prerogative la leadership a livello mondiale nel processo di indurimento chimico del vetro che ha raggiunto oggi le dimensioni di 8 m x 3,21 m, e di garantire un livello di qualità eccellente dei suoi prodotti, frutto anche di un forte investimento in ricerca&sviluppo implementati dall’azienda. A conferma di questo, Viraver amplia anche le dimensioni dei suoi forni di curvatura, per arrivare a curvare superfici di 6,50 m x 3,10 m. A questo si aggiunge l’installazione di una autoclave per vetri di grandi dimensioni 9,00 m x 3,30 m, ed un nuovo impianto a cinque assi che accoglie dimensioni di 6,00 m x 3,30 m.

Ennio Mazzarolo – Presidente

Marco Mazzarolo – Vice Presidente e Direttore Generale

Viraver

Siamo all’anno 2000, un anno ricco di eventi e l’anno in cui nasce Viraver.

Quello che Viraver ha saputo fare, continua a fare e farà in futuro è la trasformazione del vetro in un elemento che sappia “vestire” forme ed idee, scaturite dalle matite di designer ed ingegneri che sempre più vedono il vetro come elemento di design.

Ecco perché sin dalla sua nascita Viraver si propone come azienda trasformatrice di quella materia tanto nobile quanto tecnologica che è il vetro.

La visione futura dell’azienda è rappresentata dal costante impegno di come sviluppare, gestire e creare nuove soluzioni atte a soddisfare le esigenze del cliente.

L’ambizione è di dare sempre una risposta concreta, lungimirante e creare un’avanzata forma di co-design in fase di progettazione al fine di garantire la soluzione più adatta per la realizzazione di un prodotto di eccellenza.

error: Content is protected !!